UNIAT APS ? CASA, AMBIENTE, TERRITORIO

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Metti una sera a cena…

di Mirella Di Lonardo e Michele De Fina

Metti una sera a cena…

ma non in un posto qualsiasi!  Al Circolo Arci Benassi di Bologna dove,  venerdì 8 novembre,  è intervenuto Stefano Fassina alla Cena di Autofinanziamento del “Comitato per Cuperlo”.

E metti che,  all’arrivo del dessert, Stefano Fassina si sieda in mezzo ad una tavolata di liberi professionisti,  precari e partite iva e che accetti un dialogo aperto, senza frasi preconfezionate, … ne viene fuori una bella discussione politica,  a più voci,  con diversi spunti di discussione e tanto senso pratico.

Stefano Fassina non è nuovo ai confronti con i Liberi Professionisti: è stato ospite dell’ultimo Professional Day dello scorso marzo. Fassina ha dichiarato di avere  stima delle Libere Professioni, sa che senza il lavoro dei professionisti la Pubblica Amministrazione non sarebbe in grado di fornire al cittadino/utente nemmeno i servizi essenziali, sa che la spending review amministrativa non sarà possibile senza la mediazione delle professioni liberali che oggi, diversamente dal passato, soffrono profondamente non solo per la crisi economica ma anche per una ricerca di identità culturale.

Abbiamo ricordato a Fassina che sarebbe opportuno definire esattamente il profilo fiscale e previdenziale del libero professionista che si confronta con una ritenuta a titolo d’acconto  e un peso previdenziale (cassa autonoma, gestione professionisti o Terziario presso l’INPS) che aggravano lo status del lavoratore autonomo. La riforma delle professioni non è esattamente una liberalizzazione selvaggia degli Ordini che sono, al contrario, una garanzia per la fede pubblica: la difficoltà per un giovane non è l’accesso alla professione  ma il mantenimento di uno status che gli consenta di vivere in maniera decorosa anche quando sarà in quiescenza.

Infine, al Vice Ministro dell’Economia, abbiamo indicato quelle che sono le priorità per le imprese che assistiamo: semplificazione burocratica, certezza normativa, riordino degli enti, riforma della legge elettorale e taglio del cuneo fiscale.

Decisamente una bella serata, con un’autentica ciliegina sulla torta. Siamo certi che il Vice Ministro ricorderà piacevolmente la serata e lo ringraziamo per la Sua disponibilità. Non gli faremo mancare i nostri suggerimenti e il nostro appoggio nel rispetto della sua schiettezza.

Bologna 11 novembre 2013

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>